• +39335292521
  • This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

CASOLA2018 INCONTRO INTERNAZIONALE DI SPELEOLOGIA | 1-4 NOVEMBRE | CASOLA VALSENIO | RA | ITALY

CASOLA2018 INCONTRO INTERNAZIONALE DI SPELEOLOGIA
1-4 NOVEMBRE | CASOLA VALSENIO | RA | ITALY

CASOLA2018 INCONTRO INTERNAZIONALE DI SPELEOLOGIA
1-4 NOVEMBRE | CASOLA VALSENIO | RA | ITALY

Al via Nuvole2018 – il raduno internazionale di speleologia

Al via Nuvole2018 – il raduno internazionale di speleologia

Organizzato dall’associazione Speleopolis a Casola Valsenio (RA), come ogni anno si prepara ad accogliere migliaia di speleologi da tutto il mondo – tra convegni, lezioni, esplorazioni, testimonianze, mostre e installazioni

Casola Valsenio, 31 ottobre 2018 - Ci siamo! È tutto pronto a Casola Valsenio (RA) per Nuvole, il raduno internazionale di speleologia organizzato dall’associazione Speleopolis. La cittadina si sta preparando ad accoglierlo da domani fino al 3 novembre, con migliaia di appassionati e esperti che arriveranno da tutto il mondo. Appassionati che, come nuvole, si riuniscono e si disperdono ogni anno in un luogo diverso.

JDW Photo1. Venezuela foto CrobuPrima giornata - Il primo appuntamento è quello con il professor Jo De Waele, (Università di Bologna/Istituto Italiano di Speleologia) che parlerà dell’importanza dei fiumi sotterranei, con la lectio magistralis dal titolo “I fiumi della notte… non sono sempre fiumi!”, dedicata all’esplorazione speleologica come studio delle correnti e dei fiumi – una regola soltanto apparente, costellata da numerose eccezioni: perché non tutte le grotte sono scavate dall’acqua che scorre. Jo Hilaire Agnes De Waele tratteggerà questa diversità di prospettive nello studio delle cavità sotterranee, che non sono sempre semplici “fiumi della notte”. Nel pomeriggio seguirà alle 14.30 “I segni del mondo (sotterraneo)”, un workshop specialistico sulla cartografia, per rappresentare il mondo secondo le tecniche e le regole più innovative; interverrà, tra gli altri, il professor Leonardo Piccini dell’Università di Firenze. La giornata si concluderà poi alle ore 21.00 con lo “Speciale Ecra”, in cui Ecra, la European Cave Rescue Association, presenterà sé stessa e il proprio compito di soccorso speleologico internazionale.

Iniziative - A Nuvole saranno moltissimi i convegni e i momenti di incontro e approfondimento che vedranno protagonisti speleologi provenienti da tutto il mondo. Molto attese le presentazioni delle esplorazioni internazionali in Nuova Guinea, Messico, Cuba e Albania. Di particolare rilevanza per il territorio nella giornata di venerdì 2 la presentazione della candidatura all’UNESCO da parte dei parchi carsici dell’Emilia Romagna, oltre al convegno dedicato alle grotte turistiche come risorsa. Importante  la partecipazione dell’ECRA, che quest’anno ha scelto il raduno come base della propria assemblea per farsi conoscere da più speleologi possibili. Novità di quest’anno saranno anche Casa Cai e le lezioni in pillole, oltre ai consueti laboratori per i bambini e alle escursioni. Non mancheranno infine diversi momenti curati della Società Speleologica Italiana.

#FreeNuvole - Gli speleologi sono forse gli ultimi esploratori rimasti, gli unici in grado di scoprire ancora luoghi incontaminati mai visti prima dall’uomo. All’esplorazione va accompagnata la testimonianza, e la testimonianza viene spesso arricchita dall’occhio artistico di chi riesce a trasformare la natura e la propria esperienza in un’opera d’arte. Moltissime saranno infatti le iniziative cui sarà possibile partecipare gratuitamente, senza doversi iscrivere al raduno, come mostreinstallazioni e creazioni video disseminate per tutta Casola Valsenio – rinominata per l’occasione Speleopolis. Moltissime le mostre fotografiche presentate, come Hidden World, sulle grotte della Sardegna e del mondo, o Buio Verticale, sulla verticalità delle grotte esplorate, o Siamo Usciti, in cui due fotografe professioniste rielaborano il mondo della speleologia. Sarà possibile anche godere dall’incredibile In the cave, già presentato alla Biennale di Venezia: un’esperienza quasi spirituale di realtà virtuale. E poi ancora da Faience, con la presentazione delle ceramiche tipiche di Faenza, a Keramos – nuvole d’argilla, che documenta le stupende concrezioni che sono alla base della ceramica stessa, passando per le fotografie delle grotte carsiche romagnole candidate di recente all’UNESCO. L’elenco completo è visibile sul sito ufficiale della manifestazione.44264711 2401351136547378 34282390301966336 n

Iscriversi a Nuvole2018 - La manifestazione è organizzata dall'associazione Speleopolis e comprende aree e iniziative, come i convegni e le escursioni, riservate agli iscritti, cioè ai propri soci. È possibile iscriversi presso la Segreteria di Speleopolis. Ragazzi e bimbi sotto i 14 anni accompagnati da iscritti, hanno accesso libero previa registrazione per alcune attività. Per l'iscrizione è necessario compilare un modulo, che può essere trovato presso la Segreteria ma che è scaricabile qui. Una volta compilato, va consegnato in Segreteria all'arrivo a Casola per completare l'iscrizione. A tutti gli iscritti sarà messo un braccialetto che permette l'accesso alle aree e ai programmi riservati, e sarà donato un gamello che potrà essere utilizzato nelle aree riservate dello SpeleoBar nell’ambito dell’iniziativa PlasticSafe – per utilizzare meno plastica possibile.

Per i giornalisti interessati l’evento e gli spazi del raduno sono a libero accesso previo accreditamento . È possibile comunicare il proprio nominativo in risposta a questa email o direttamente in segreteria durante le tre giornate del raduno 


© 2022 SPELEOPOLIS. Tutti i diritti riservati.