• +393398487274
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CASOLA2018 INCONTRO INTERNAZIONALE DI SPELEOLOGIA | 1-4 NOVEMBRE | CASOLA VALSENIO | RA | ITALY

CASOLA2018 INCONTRO INTERNAZIONALE DI SPELEOLOGIA
1-4 NOVEMBRE | CASOLA VALSENIO | RA | ITALY

CASOLA2018 INCONTRO INTERNAZIONALE DI SPELEOLOGIA
1-4 NOVEMBRE | CASOLA VALSENIO | RA | ITALY

Escursioni nelle Grotte e nei sentieri del Parco della Vena del Gesso romagnola

Modalità di iscrizione alle escursioni

Con la collaborazione dei Gruppi speleologici della Federazione Speleologica Regionale dell'Emilia-Romagna, a NUVOLE sarà possibile effettuare escursioni accompagnate riservate agli iscritti.

Presso la Segreteria sarà possibile avere tutte le informazioni in merito al programma, agli orari, nonché alle grotte e ai sentieri: caratteristiche, grado di difficoltà, tempi.

Negli spazi allestiti sotto la Segreteria sarà possibile visionare i poster delle grotte scelte per le escursioni e visitare la mostra relativa alla proposta di candidatura a World Heritage UNESCO dei fenomeni carsici nei gessi dell’Emilia-Romagna.

Per la partecipazione alle escursioni è richiesta la prenotazione/iscrizione presso la Segreteria di Casola 2018:
- entro il giorno precedente per le uscite della mattinata;
- entro le ore 12 del giorno stesso per le uscite del pomeriggio.
- per le sole uscite di Giovedì 1 novembre è prevista la preiscrizione ON LINE alla pagina (Clicca Quì) presentandosi per tempo prima dell’uscita per la compilazione dell’iscrizione.

Per tutte le escursioni una volta iscritti, occorre presentarsi almeno mezz’ora prima dell’uscita, chi accompagna fornirà tutte le ulteriori indicazioni.

“Andiamo in grotta insieme.”

In ogni escursione ci saranno uno o più accompagnatori. Non si tratta ne’ di guida ne’ tanto meno istruttore, chi accompagna ha la sola funzione di indicare la strada da percorrere, di controllare il rispetto dell’ambiente ipogeo e di intervenire solo in caso di necessità. Ogni partecipante dovrà essere pienamente e consapevolmente autonomo nella progressione in grotta anche attrezzate, così come nella autovalutazione del grado di difficoltà.

All’iscrizione e prima della escursione gli accompagnatori vi forniranno le informazioni necessarie per valutare. assieme se l’escursione e la grotta è adeguata al vostro grado di esperienza e preparazione o in alcuni casi alle caratteristiche fisiche per presenza di strettorie;

Assicurazione infortuni dei partecipanti

L’organizzazione di Casola2018 ritiene molto importante l’aspetto assicurativo.
Per le uscite in grotte attrezzate, così come per la normale attività speleologica, invitiamo caldamente a dotarsi di una copertura assicurativa personale valida per l’attività speleologica.
Ricordiamo che tale copertura è già in essere nei soci SSI in regola con le quote annuali.
Ed è in essere per i soci CAI in regola con le quote annuali che parteciperanno alle uscite nelle grotte verticali patrocinate dalle Sezioni CAI di Imola, Ravenna e Rimini.
Inoltre, in occasione di NUVOLE e grazie alla disponibilità di SSI è possibile dotarsi di una copertura assicurativa valida per qualunque attività speleologica fino a tutto il 2018 al costo di 20 Euro. Per le escursioni in grotte turistiche, o comunque senza l’utilizzo di attrezzatura tecnica, l’assicurazione è obbligatoria e per chi non ne è già provvisto sarà possibile acquistare una copertura giornaliera al costo di 3 euro (Tagliandi giornalieri AXA/SSI).
Nella scheda di iscrizione è compresa una auto dichiarazione relativa alla propria assicurazione e la sottoscrizione dello scarico di responsabilità.

Attrezzature necessarie

Le grotte sono già armate. Le attrezzature di progressione sono personali e non vengono messe a disposizione dalla organizzazione.
Nella Vena del Gesso romagnola la temperatura delle cavità naturali è di circa 11°C con presenza di fango e argilla, per i quali è richiesto un normale vestiario da progressione in grotta con calzature adeguate.


Nelle tabelle seguenti sono indicati le grotte, gli orari di partenza da Casola Valsenio, con ritrovo mezz'ora prima di fronte alla Segreteria, e l'orario previsto per il rientro, con la consueta elasticità.

USCITE DEL GIOVEDI' 1 NOVEMBRE

Accompagnamenti in grotte con uso di attrezzatura

 

   Giovedì 1 Novembre Venerdì 2 Novembre Sabato 3 Novembre 
 Abisso di Cà Poggio  ore 11:00  ore 09:00  ore 09:00
 Abisso Fantini  ore 11:00  ore 09:00  ore 09:00
Traversata Acquaviva Rosa Saviotti   ore 11:00  ore 09:00 e ore 11:00  ore 09:00 e ore 11:00

Traversata di Cà Siepe

 ore 10:00  ore 10:00  
 Abisso Peroni  ore 14:00  ore 14:00  ore 14:00
   Giovedì 1 Novembre Venerdì 2 Novembre Sabato 3 Novembre 
 Abisso di             Cà Poggio  ore 11:00  ore 09:00  ore 09:00
 Abisso Fantini  ore 11:00  ore 09:00  ore 09:00
Traversata  Acquaviva Rosa Saviotti   ore 11:00

 ore 09:00
ore 11:00

 ore 09:00
ore 11:00
Traversata di       Cà Siepe  ore 10:00  ore 10:00  
 Abisso Peroni  ore 14:00  ore 14:00  ore 14:00

Le grotte

Inghiottitoio di Cà Poggio

Orari: Giovedì 1 ore 11.00 Venerdì 2 ore 9.00 Sabato 3 ore 9.00  

Cavità di media difficoltà, è richiesto materiale per progressione su corda.

Permanenza in grotta di circa 4 ore. Durata escursione circa 5 ore

Numero massimo partecipanti: 10. Numero minimo partecipanti: 6.

a cura del Gruppo Speleologico Paleontologico Gaetano Chierici

Scheda Catastale

Abisso Fantini

Orari: Giovedì 1 ore 11.00 Venerdì 2 ore 9.00 Sabato 3 ore 9.00  

Cavità di media difficoltà, è richiesto materiale per progressione su corda.

Permanenza in grotta di circa 5 ore. Durata escursione circa 7 ore

Numero massimo partecipanti: 10. Numero minimo partecipanti: 6.

a cura del Gruppo Grotte Ariminum

Scheda Catastale

Traversata Abisso Acquaviva - Grotta Rosa Saviotti

Orari:

Giovedì 1 ore 11.00
Venerdì 2 ore 9.00 e ore 11:00
Sabato 3 ore 9.00 e ore 11:00

Cavità impegnativa, è richiesto materiale per progressione su corda, presenza di strettoie impegnative.

Permanenza in grotta: circa 5 ore. Durata escursione circa 7 ore 

Numero massimo partecipanti: 12. Numero minimo partecipanti: 6.

A cura dello Speleo Club Forlì

Schede Catastali:     Grotta Rosa Saviotti   Abisso Acquaviva

Traversata di Cà Siepe

Orari: Giovedì 1 ore 10.00 Venerdì 2 ore 10.00

Cavità impegnativa, è richiesto materiale per progressione su corda. 

Permanenza in grotta: circa 5 ore. Durata escursione circa 7 ore. 

Numero massimo partecipanti: 12. Numero minimo partecipanti: 6.

A cura della Ronda Speleologica Imolese

Schede Catastali

Abisso Peroni

Orari: Giovedì 1 ore 14.00 Venerdì 2 ore 14.00 Sabato 3 ore 14.00

Cavità di media difficoltà, è richiesto materiale per progressione su corda.

Permanenza in grotta di circa 5 ore. Durata escursione circa 7 ore

Numero massimo partecipanti: 10. Numero minimo partecipanti: 6.

A cura del Gruppo Speleologico Faentino

Scheda Catastale

Escursioni in grotte turistiche

Grotta del Re Tiberio

La grotta, lunga complessivamente oltre quattro chilometri, è facilmente percorribile, con abiti normali, per un tratto di una sessantina di metri fino alla Sala Gotica, più oltre può essere visitata solo con attrezzatura speleologica: casco, tuta e stivali per gli adulti; per i bambini i caschi sono forniti dagli accompagnatori. Si consiglia di portarsi un cambio. I rami inferiori della grotta, sono molto impegnativi per la presenza di pozzi e strettoie e possono essere percorsi soltanto da speleologi dotati di adeguata attrezzatura.

Permanenza in grotta 2:30 ore, tempo escursione 4 ore.

Orari: Giovedì 1, ore 14:00 rientro ore 18:00 (POSTI ESAURITI) (Accompagnatrice katia Poletti)
V
enerdì 2, ore 14:00 rientro ore 18:00 (a cartattere Antropospeleologico, collegata all'intervento "L'ombra di Tiberio", a cura di Andrea Benassi)

Sabato 3, ore    9:00 rientro ore 13:00 (a cura di Jo de Waele)

Sabato 3  ore  14:00 rientro ore 18:00 (accompagnatrice Katia Poletti)

Scheda Catastale

Grotta Tanaccia (SpeleoFiaba) per bambini

Come tutte le cavità nei Gessi, l'interno della Tanaccia non presenta stalattiti e stalagniti presenti normalmente nelle grotte in calcari, ciò non di meno risultano altrettanto interessanti, anche se meno spettacolari, le varie forme di erosione visibili. La Tanaccia si compone di varie "sale", di cui la più nota e "la sala del guano", che deve il nome alle enormi quantità di tale deposito dovuto alla presenza di numerose colonie di pipistrelli, tutt'ora abituali frequentatori delle grotte.

USCITE DEL GIOVEDI' 1 NOVEMBRE

Escursioni sui sentieri della Vena del Gesso

Giovedì 1 ore 10,00 Escursione a piedi della durata massima di 4 ore presso Monte della Volpe. Accompagnatore: Veronica Chiarini. Ritrovo in segreteria ore 10:00

Lunghezza percorso: 7,5 km 

Dislivello totale: 460 m

Durata del percorso: circa 3 ore

Partenza puntuali alle ore 10:10. Ci sposteremo in auto fino a Borgo Rivola (circa 6 km da Casola Valsenio), dove partiremo a piedi.

Cammineremo lungo un percorso che si sviluppa al di sopra del sistema carsico Rio Stella – Basino, osserveremo le morfologie carsiche dei gessi con vedute sulla Valle Cieca della Volpe e sulla dorsale della Vena del Gesso Romagnola.

La prima parte di questo percorso ad anello (circa 1,5 km fino al borgo dei Crivellari), si svolgerà su strada per poi imboccare il sentiero di cresta che conduce alla cima di Monte della Volpe. Da qui scenderemo fino alla Sella di Cà Faggia per poi imboccare la via del ritorno lungo una sterrata che ci ricondurrà nuovamente al borgo dei Crivellari. Il rientro a Casola Valsenio è previsto tra le ore 13.00 e 13.30. 

Venerdì 2 ore 9,30 Escursione a piedi che impegnerà tutta la giornata, presso Monte Mauro. Accompagnatori: Loris Garelli e Rizzoli Marco. Ritrovo ore 9:30 presso la segreteria

Lunghezza percorso: km 8

Dislivello: + 300, - 300

Durata del percorso: 5 ore

Lasciata l’auto a Cà Sasso, 275 slm, si percorre quasi un km in salita su una strada ghiaiata, senza traffico, arrivando in località Cà Faggia, km 0,9, 369 slm; in breve si raggiunge un bivio e si prosegue verso la sella di Cà Faggia km 1,4, 351 slm. Si continua su un sentiero inizialmente in ripida salita e a gradini, con fondo non buono. Questo tratto è beve e il sentiero poi diventa pianeggiante fino ad una strada ghiaiata, km2,8, 414 slm. Qui si può scegliere se pendere il sentiero, breve ma salita ripida, oppure aggirare una dolina su strada ghiaiata; i due percorsi conducono alla chiesa di Monte Mauro, km 3,3considerando il giro attorno alla dolina, 430 slm. Dalla chiesa, in zona panoramica, in pochi minuti si può raggiungere la cima di monte Mauro, 515 slm. Si torna alla chiesa e alla strada ghiaiata che si segue in discesa fino a Cà Castellina, km 4,7, 320 slm. Si torna sul sentiero e si arriva al bivio già visto all’inizio della giornata chiudendo un anello. Si continua per Cà Faggia e si ripercorre la strada ghiaiata di inizio percorso in senso inverso arrivando al parcheggio dopo 7.6 km. Il tempo di percorrenza è poco più di due ore ma le fermate per osservare panorama e ambiente porta a circa cinque ore il tempo dell’escursione. Durante il percorso si potrà osservare il gesso in varie forme, incontreremo inghiottitoi e doline, vedremo la valle cieca del rio Stella e quella chiusa del rio Basino; si osserverà la vegetazione di queste zone compresa la piccola Felce Persica, emblema del Parco della Vena del Gesso Romagnola.

Sabato 3 ore 9,30 Escursione a piedi che impegnerà tutta la giornata, presso Monte del Casino, Accompagnatori: Loris Garelli e Rizzoli Marco. Ritrovo ore 9:30 presso la segreteria

Si parcheggiano le auto presso Cà Poggio Peloso, 320 slm, si percorre una strada ghiaiata fino a Cà Siepe e si prosegue per carrareccia fino ad un bivio nei pressi di Cà Budrio, 390 slm. Si continua verso ovest nel bosco fino ad un altro bivio e si raggiunge villa Banzole, 330 slm, antica dimora signorile. Si prosegue in salita e si raggiunge la cresta del rilievo al passo della Pre,  e si prosegue in cresta e saliscendi verso monte del Casino a 474 slm. Si scende nel solco corrispondenza della faglia del Gambellaro, ben evidente, fino al bivio già visto a 390 slm, un breve tratto su strada ghiaiata in salita e si torna in cresta aggirando la dolina di Cà Budrio. Dalla dolina è possibile tornare al parcheggio. Il percorso in cresta prosegue verso est salendo ad un’altra cima di monte del Casino, 476 slm, e si scende al passo della Sassetta, 427 slm, si torna a salire a 456 slm poi in discesa fino alla chiesa di Sasso Letroso, 307 slm. Per strada ghiaiata e poi asfaltata si torna in breve alle auto. Il percorso richiede circa 2 ore e 30 di tempo ma l’escursione ne richiede almeno il doppio per poter osservare doline, bolle di scollamento, erosioni, non esclusa la felce persica recentemente trovata a monte del Casino.

Sabato 3 Novembre ore 9,00 Visita al Museo geologico all’aperto, ex cava del Monticino e alle gallerie dell’ex cava Marana. Durata dell’escursione: 2 ore.Rientro a Casola verso le 12,00/12,30. Accompagnatore Marco Sami.

© 2018 SPELEOPOLIS. Tutti i diritti riservati.